Assagioli teneva molto al campo educativo e ha ispirato tanti insegnanti che si sono avvicinati alla Psicosintesi. La Verso nel 2016 ha fatto una scommessa : organizziamo un convegno atipico, senza relazioni degli esperti, ma con una grande possibilità di confronto e riflessione sull’educazione: troveremo 25 insegnanti che si pagano il viaggio, non ricevono crediti e danno anche un contributo? Abbiamo lanciato gli “ Stati generali dell’educazione” a Firenze e siamo rimasti stupiti della risposta. Abbiamo dovuto chiudere le iscrizioni a sessanta posti, con educatori che sono venuti da Palermo e da Bolzano.

Una delle idee forti era di fare dei tavoli di discussione legati alla fascia d’età a cui si rivolgevano gli educatori, qualunque fosse il loro campo : insegnanti dalla scuola elementare dall’Università, insegnanti di yoga, formatori aziendali etc, insomma ogni disciplina in cui si instaura un rapporto educativo. Al termine del convegno abbiamo proposto un modello di formazione, che abbiamo deciso di attivare con un minimo di otto partecipanti. Ne abbiamo avuti venti e ci sono stati i primi due moduli. Nel terzo, che terremo a novembre a Firenze, proporremo che le persone già esperte in Psicosintesi ( formatori dell’Istituto di Psicosintesi, soci della Società italiana di Psicosintesi terapeutica, Scuole di Counsling psicosintetico etc) si facciano promotori di corsi nelle loro realtà locali. La Verso può fornire un supporto esterno, come supervisione, elaborazione del modello, ed eventualmente, se richiesto, l’invio di formatori.

Un corso di aggiornamento è stato richiesto dal Liceo psicopedagogico e linguistico Vittoria Colonna di Arezzo. Abbiamo proposto cinque incontri sul rapporto dei professori con gli adolescenti, in cui abbiamo messo al centro la figura dell’educatore, utilizzando la Psicosintesi e non solo; si trattava di un aggiornamento obbligatorio ma, dopo un’ iniziale perplessità, i professori hanno apprezzato questa modalità di lavoro teorico esperenziale e sono stati richiesti altri corsi.

Il sogno è quello di poter toccare ogni capoluogo di provincia e diffondere la visione e i metodi della Psicosintesi educativa. A tal fine è stato pubblicato un piccolo manuale, “ Psicosintesi per educatori”, che verrà man mano aggiornato col racconto di tante esperienze in Italia e all’estero che devono essere conosciute.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.